Immersa nell’atmosfera unica e raffinata di Villa Monsoglio, tra Laterina e Castiglion Fibocchi in provincia di Arezzo, la tenuta La Penna offre ai propri ospiti un soggiorno confortevole e di classe in tre alloggi storici finemente restaurati.

DISPONIBILITÀ

DAL CASTELLO…

La Penna nasce come castello difensivo: per la sua posizione direttamente sopra l’Arno, chi se ne impossessava dettava legge sull’acqua che arrivava a Firenze. Fu un castello conteso e spesso distrutto durante la sua storia, sulle cui rovine sono sorte le case che oggi formano il borgo de La Penna.

…AL BORGO

Il borgo costruito sulle rovine del castello della Penna offre al visitatore un senso di armonia e pace: le case, costruite con andamento circolare per seguire l’antica costruzione, conservano oggi il fascino dei muri in pietra, mantenuto grazie a un attento restauro. Le si raggiunge percorrendo, dalla Villa Monsoglio, un viale di cipressi secolari immersi bosco, la riserva naturale dell’Arno.

Dal borgo, tramite una breve scalinata ricoperta di verde, si giunge alla piccola chiesa seicentesca di san Lorenzo.

LA STRUTTURA

La Penna è costituita da una casa principale su due piani e da due appartamenti indipendenti.

La casa principale

Arredi antichi che sposano il moderno arricchiscono ampi spazi confortevoli e accoglienti.

Si sviluppa su due piani e offre 7/9 posti letto, tre bagni, un grande soggiorno con camino e sala cucina, una sala da pranzo, uno studio.

I muri in pietra introducono in un ampio soggiorno con un grande camino, ben ristrutturato; gli arredi sono particolarmente curati. Dal salone si accede alla cucina dotata di ogni comodità e di seguito alla sala da pranzo. Lo studio si trova proprio accanto alla sala da pranzo, una camera è al piano terreno, tre camere sono al primo piano.

GLI ESTERNI

Il grande giardino

Passeggiate sotto il pergolato, salite le scale fino alla chiesetta di san Lorenzo e sedetevi all’ombra delle piante immergendovi in un ambiente rilassante.

Dalla porta finestra si accede al giardino, un’oasi verde dove gli ospiti trovano pace e relax: curato e verdeggiante, offre angoli tranquilli dove passeggiare e sostare, ammirando magnifici fiori, ortaggi e piante ornamentali.

Dalla terrazza pavimentata in legno si può godere una fantastica vista sull’Arno: la veduta che si apre agli occhi è così ampia e perfetta da cui lo stesso Leonardo si ispirò per lo sfondo per la sua enigmatica Gioconda. Si possono infatti intravvedere le calanche che l’artista ha dipinto.

Il verde è il colore dominante del paesaggio: boschi e colline della riserva naturale dell’Arno fanno da contorno alla casa. Non sarà difficile avvistare i daini che popolano i dintorni.

La piscina

Lasciatevi cullare dal caldo massaggio dell’acqua immergendovi nei profumi e nei colori del giardino!

La vasca idromassaggio Jacuzzi posizionata in un angolo riparato del giardino è a disposizione degli ospiti per momenti di puro benessere e relax.

LA PENNA E I DINTORNI

Soggiornare a La Penna significa entrare nella storia e nell’arte, in un contesto naturale affascinante e di grande pregio, un perfetto punto di partenza per visitare l’entroterra della provincia di Arezzo. La stessa città di origine etrusca, che ha dato i natali a numerosi artisti eccellenti, è ricca di sorprese e di luoghi da non perdere: dalla piazza Grande alla casa del Petrarca, dal Duomo agli affreschi di Piero della Francesca all’interno della Cappella Bacci. A cavallo tra quattro vallate, Casentino, Valdarno, Valdichiana e Valtiberina, Arezzo offre ai suoi visitatori borghi caratteristici e un territorio ricco di cultura e storia. Si trovano nelle quattro vallate alcuni tra i borghi più belli d’Italia e città storiche di valore inestimabile.

Per chi sceglie La Penna per le proprie vacanze non manca la possibilità di fare sport: alla tenuta “Il Borro” di San Giustino V.no è possibile cimentarsi con la pratica del golf a 3 buche; a Castiglion Fibocchi si trovano piccoli maneggi per cavalcare nella natura; a Ponticino si pratica il tiro al piattello.

Annamaria Di Gennaro's avatar

Immersed in green, to gaze at the horizon

Annamaria Di Gennaro's avatar

In an expanse of green, the secret is hidden of an arcan beauty, lovely as the rose petals on fire by the desire for life

This post is also available in: enInglese

Scroll Up